Statistiche web

Manicure - Hamami- medical beauty center

Vai ai contenuti

Menu principale:

Manicure

Estetica Tradizionale
Manicure: la cura delle mani

La mano è il biglietto da visita di una persona. Il primo contatto con uno sconosciuto avviene attraverso le mani ed è importante averle sempre in ordine, perché riflettono l’immagine della persona, soprattutto nel caso delle donne.
Se si veste un bell’abito, si acconcia la capigliatura grazie alle mani sapienti del parrucchiere, si indossano splendidi gioielli, ma si infila un prezioso anello in un dito che alberga in una mano trascurata…non va affatto bene.
La pelle deve essere liscia, morbida e le unghie, corte o lunghe che siano, devono assolutamente rispecchiare una prassi di cura e attenzione. Ecco l’importanza della manicure.
Consigli per la manicure

Avere mani curate non significa solo mettere lo smalto, bensì occuparsi del benessere complessivo della mano, a partire dalla morbidezza della pelle fino all’aspetto delle unghie e, solo in fase conclusiva, al tipo di colore da applicare. Ecco una guida pratica alla manicure in 5 passi.

Primo passo
La manicure inizia con l’acqua calda, alla quale viene aggiunta di una goccia di olio di oliva, per ammorbidire sia le mani che le unghie e predisporle in tal modo alla lavorazione. Quindici minuti sono sufficienti e rappresentano anche un momento per rilassare tutto il corpo e la mente.

Secondo passo
Proteggere le unghie circondandole di cotone idrofilo e avviare l’attività di limatura, questa la seconda fase della manicure. Si tratta della fase più importante, perché la lima serve a dare la forma alle unghie, che a loro volta determinano la forma delle mani, quindi è bene attenersi a parametri generali nell’impiego di uno degli strumenti più utilizzati in modo errato. Non c’è differenza tra lime e in ferro o in cartone, l’importante è usarla sempre nella stessa direzione, dall’esterno verso l’interno. Evitare i movimenti inconsulti da una parte all’altra, perché sottopongono l’unghia ad uno stress e aumentano il rischio di romperla. Di volta in volta, sarà possibile optare per una forma arrotondata o quadrata, come detta la moda del momento, grazie all’ausilio della lima, che usata correttamente diventa un prezioso alleato.

Terzo passo

Le pellicine. Uno dei tormenti dell’umanità, ma anche il terzo passo del nostro percorso di manicure. Ma perché la maggior parte delle persone avverte la necessità di tormentarle? Loro sono lì, attendono solo di essere ammorbidite con acqua calda o lozioni ad hoc ed essere sistemate tramite apposita pinzetta o tronchesino.

Strapparle via con i denti o con le unghie non rappresenta una scelta intelligente: in luogo della pellicina rimarrà un buchino, una piccola ferita, e l’unghia risulterà mortificata dal soggiorno in questo campo di battaglia.

Quarto passo
Lo smalto. E’ finalmente arrivato la fase più divertente, quella in cui l’estro, la creatività, la passione per i colori possono trovare libero sfogo. Per lo smalto non esistono regole, parametri o limitazioni di alcun tipo, si può spaziare tra marche e nuance senza problemi. L’unica accortezza è l’utilizzo di uno smalto trasparente come base a protezione dell’unghia, in modo da salvaguardarne il pigmento naturale.

Quinto passo
Il massaggio. La ciliegina sulla torta è un massaggino rilassante con una crema idratante e profumata.

Nota: Non utilizzare mai, per nessuna ragione, le forbicine per tagliare le unghie. L’unghia si lima, non si taglia.

L’unica autorizzata ad utilizzare una forbicina studiata per la manicure è l’estetista, ma in ogni caso la lima è lo strumento più indicato, perché non sottopone le unghie ad un forte stress ed evita di commettere errori irrimediabili. Un conto è rimediare ad un angolo smussato male, ben altro conto è una linea recisa brutalmente.

Torna ai contenuti | Torna al menu