5 elementi - Hamami- medical beauty center

Vai ai contenuti

Menu principale:

5 elementi

MBC I System



I Cinque Movimenti Energetici

La teoria dei 5 Movimenti Energetici della Medicina Cinese si fonda su  un sistema di corrispondenze che partendo dall’osservazione della natura  ci permette di collegare aspetti del nostro organismo anche molto  lontani ed apparentemente privi di legami fra loro.
Partendo dalla definizione delle diverse qualità dell’energia nelle  diverse stagioni è possibile stabilire delle relazioni fra organi,  tessuti, emozioni, funzioni fisiologiche, squilibri funzionali e aspetti  costituzionali attraverso cui meglio comprendere cosa accade nel nostro  corpo e quali possono essere le cause dei nostri squilibri.  
Sia nella natura sia nel nostro organismo l'energia si mette in moto in  Primavera (Legno), si espande in Estate (Fuoco) e si destruttura in  Tarda Estate (Terra) poi rientra e prende forma in Autunno (Metallo) e  arriva infine al suo massimo approfondimento in Inverno (Acqua), dove  troviamo già l'inizio della trasformazione verso la rinascita. Allo  stesso modo l'energia circola nell'organismo passando per tutti gli  organi che sono rappresentati dai Cinque Movimenti (o Logge energetiche)  e che corrisponderanno alle qualità espresse in quel momento.  
Se il nostro corpo sarà in sintonia con le energie della natura tutto  andrà bene. Ma se tale armonia non sarà possibile potremmo soffrire di  disturbi legati alle diverse funzioni degli organi corrispondenti.




Movimento Energetico Legno
 
Il movimento Legno esprimere la forza della natura, l’impulso a manifestare la propria identità individuale.
Un aspetto del Legno è la capacità di fare progetti e prendere decisioni.  E’ importante che progetti e decisioni si adattino a circostanze  mutevoli: è necessario essere flessibili affinché i progetti si  realizzino.
Al movimento Legno, che in Medicina Cinese corrisponde alla Primavera,  appartengono il Fegato, la Cistifellea (Vescicola Biliare), i muscoli, i  tendini e gli occhi.
Ha il suo apice nell’equinozio di Primavera. Nella vita dell’uomo è  l’adolescenza. Il periodo della giornata è la mattina presto. E’ il  risveglio. Se qualcuno ha qualche difficoltà a svegliarsi, ci può essere  qualche problematica a livello di Legno.  
L’energia cosmica del Legno è il Vento, unica energia che ci dà  sensazione di movimento. Il colore è il Verde. Il sapore associato è  l'acido.  
Gli squilibri del fegato, della bile, dei muscoli, ma anche degli occhi  dipendono da un vuoto o da un pieno dell'energia posseduta da questo  elemento.
 L'aspetto psichico è la sana grinta. Se in squilibrio, si diventa  aggressivi, si grida, si ha voce aggressiva. Attitudine: decisione,  comando.
Nel Fegato è ospitato lo Hun, il secondo degli Shen a comparire  nell’embrione. Lo Hun è rappresentato da 2 ideogrammi che rappresentano  gli spiriti della terra che vengono animati dal movimento delle nuvole.  Quindi lo hun è rappresentato da entità originate da yin-Terra che si  muovono e ascendono verso l’area dello yang-Cielo. Per questo lo hun  corrisponde anche al movimento del Legno (che si alza dalla Terra verso  il Cielo) ed alla primavera (che dallo yin dell’inverno si muove verso  lo yang dell’estate).
Lo hun è anche legato alla creatività, all’immaginazione, al sogno ed  alle premonizioni. Creatività, progettazione sono aspetti positivi, sani  del Legno. In squilibrio abbiamo la collera.
Il Fegato è il generale: progetta, pianifica, dispone. Gestisce le difese tramite l’elaborazione dell’energia di difesa e la regolazione del sangue.
La Vescicola Biliare dirige e prende le decisioni su ciò che è  puro e ciò che è impuro per la mente e per il corpo. Collabora con il  Fegato producendo coraggio e spigliatezza.
Relativamente ai 5 movimenti, nella sessualità il Legno è l’azione:  l’incapacità a portare a termine un rapporto sessuale (es. erezione) è  un problema di Legno. La mancanza di desiderio (voglia) è un problema di  Acqua.

Movimento Energetico Fuoco
 
 
Il Fuoco è fonte di vita: è  calore, nutrimento, permette la  trasformazione delle energie. Nella sua forma in eccesso provoca  distruzione. L’elemento Fuoco è rappresentato dal sole con la sua  capacità di trasformare e far rinascere. Il Fuoco è un agente di  cambiamento rapido e irreversibile, distrugge una forma per crearne  un’altra.
All'elemento Fuoco (l'Estate) appartengono il cuore, i vasi sanguigni,  l'intestino tenue e l’orecchio interno. Il sentimento è la gioia; il  sapore è l'amaro e il clima è il caldo.
 

Movimento Energetico Terra
 
Terra è l’elemento che permette tutte le trasformazioni; è il  luogo dove tutto viene accolto, trasformato ed elaborato, per poi essere  ridistribuito in una forma rinnovata. Il seme viene accolto dalla Terra  e viene trasformato, con l’apporto dell’acqua e del sole; viene poi  restituito sotto forma di qualcosa di utilizzabile. Terra è anche il  pianeta che ci ospita, che ci tiene ancorati al suolo: simbolo di  radicamento, ancoraggio, sostegno.
All'elemento Terra (la tarda Estate) appartengono lo stomaco, la milza,  il pancreas, ghiandole mammarie (Terra è l'elemento nutritivo).
Il sentimento è la preoccupazione, il rimuginare. Il sapore è il dolce e il clima è l'umido.
Movimento Energetico Metallo
 
L’ideogramma cinese di Metallo significa oro: un metallo, quindi,  di grande valore, inossidabilità e durevolezza. L’elemento Metallo  rappresenta lo scambio e permette il rapporto con l’esterno. E’ la  capacità di accettare l’esterno all’interno, di ricevere e trasmettere i  messaggi, di comunicare con l’ambiente esterno pur rimanendo se stessi.  Ovvero l'interiorizzazione e la capacità di scegliere ciò che è utile e buttare cià che è inutile. Se l’energia di Metallo è in buone condizioni ci si sente in continuo scambio con l’universo.
All'elemento Metallo (Autunno) appartengono il polmone, il naso, il  grosso intestino (colon), la pelle e i peli. Il sentimento è la  tristezzae il clima è il secco. Così molte problematiche della pelle e  squilibri intestinali sono legate all'elemento Metallo.

Movimento Energetico Acqua
 
L’Acqua costituisce l’inizio e la fine di ogni processo nell’essere  umano. È l’energia che viene fornita all’atto del concepimento. La  durata della nostra vita e la buona salute dipendono dalle sue  caratteristiche, e dalle nostre azioni che possono mantenerne il  contenuto il più a lungo possibile. L’Acqua è la radice della vita.
L’elemento Acqua fornisce anche la volontà di sopravvivere. In condizioni di pericolo conferisce la fredda capacità strategica di prendere misure opportune per la sopravvivenza.
Ha al suo interno il massimo dello yin e la radice dello yang: lo yang nasce dal movimento energetico acqua.
All'elemento Acqua (Inverno) appartengono i reni, la vescica, le ossa, i  denti, il sistema nervoso e le ghiandole endocrine. Il sapore è il  salato e il sentimento è la paura.
Il colore è nero, che richiama la notte, il buio, la profondità, lo yin.  Una persona con squilibri di acqua si veste prevalentemente di nero. Il  nero fa paura.
 Il momento della giornata collegato ad Acqua è la notte: come l’inverno,  anche il sonno serve per ricaricarsi, per riprendere energia. La notte  ha quindi questo aspetto di tesaurizzazione.
La pelle ha un aspetto nerastro.
Il nord è il punto cardinale collegato ad Acqua.
Odore: di marcio, di putrido, stagnante.
Aspetto psichico: ansia esistenziale, legata alla sopravvivenza.
L’acqua è la somma di esperienze che strutturano l’io. Se una persona ha  una buona struttura di acqua, una buona struttura dell’io, ha una buona  capacità di accettazione. L’acqua dà stabilità, forza.
L’acqua controlla la resistenza allo stress: è quella che dà sostegno nei momenti di stress.


Torna ai contenuti | Torna al menu